Kunstmuseum Basel

Charles Ray. Sculptures 1997-2014

Durante la nostra permanenza a Basilea abbiamo avuto modo di visitare il Kunstmuseum che, proprio in occasione di Art Basel, ha inaugurato una mostra dedicata all’artista americano Charles Ray, uno dei più noti e acclamati scultori sulla scena contemporanea. Lungi dall’essere una retrospettiva, la mostra si concentra sui lavori realizzati da Ray dal 1997 sino ad oggi e comprende la famigerata opera “Boy with Frog”, tanto criticata a Venezia quando padroneggiava a Punta della Dogana.

Non essendo mai stata in questo museo colgo l’occasione per poter vedere tutti i capolavori che questo luogo conserva: i maestri del cubismo, quelli dell’espressionismo tedesco e dell’arte americana a partire dal secondo dopoguerra, sono tutti raccolti in una delle collezioni più stupefacenti al mondo. Ma il cuore pulsante di queste mura sono le opere dal 1400 al 1600.. mi sono ritrovata davanti al Cristo morto di Hans Holbein ed è stato bellissimo. C’era tanto silenzio e mi sembrava di essere solo io e lui.
Quando studi storia dell’arte capisci che in ogni epoca c’è stato qualcosa che ha cambiato le regole del gioco, un genio ribelle che ha deciso di andare avanti e non di tornare indietro o di fermarsi assieme a tutti gli altri. Questa opera è l’emblema perfetto di questo. E’ una delle prime volte in cui viene rappresentato un corpo umano davvero morto, un corpo dove si palesano i primi segni della cancrena. La morte non lascia più spazio alla bellezza e alla poesia, ma alla verità nuda e cruda, brutale.

Quando siete a Basilea fate una passeggiata per questi corridoi, non sarà mai una perdita di tempo.

DSC_4553
DSC_4561
DSC_4578
DSC_4559
IMG_2470
DSC_4583
DSC_4585
DSC_4596
IMG_2485
DSC_4594